Giornata Nazionale della Psicologia

Il 10 ottobre è la Giornata Nazionale della Psicologia.
Verranno organizzati numerosi eventi gratuiti e vi saranno iniziative volte ad avvicinare il grande pubblico al lavoro degli psicologi.

Quest’anno il tema centrale sarà quello del disagio sociale

percepito con grande interesse in relazione alle “periferie”, dimenticate o trascurate. Ci riferiamo alle periferie non soltanto geografiche e di quanti si trovano fisicamente lontani dal cuore pulsante della comunità, ma soprattutto alle “periferie esistenziali”, i “luoghi lontani dell’animo”, di chi si sente emarginato dalla società, di chi è lacerato da tensioni e conflitti, di chi non riesce a far fronte alla complessità esistenziale, riscontrabile anche nel disagio di molti giovani ed adolescenti.”
(http://www.psy.it/giornatapsicologia/news/giornata-nazionale-della-psicologia-2017-periferie-esistenziali/).

Per chiunque fosse interessato, gli eventi verranno pubblicati sul sito nazionale dell’Ordine degli Psicologi (www.psy.it).

Per questa occasione ho deciso di dedicare un’intera giornata a ricevere chiunque desideri valutare se intraprendere un percorso “psy”, per la propria crescita personale, per il benessere psico-fisico, per prendersi cura di sé, per ritrovare il proprio “luogo dell’animo”.

A chi aderirà a questa iniziativa sarà riconosciuto uno scondo del 15% sull’eventuale percorso concordato. Quindi…

vi aspetto giovedì 12 ottobre per un incontro gratuito.

Read more

Share

IL RESPIRO: contro stress, ansia e sintomi depressivi

Da settembre riprendono gli appuntamenti con IL RESPIRO, percorso di gruppo per la gestione di stress, ansia e sintomi depressivi.

Un percorso dedicato a chi desidera affrontare stress, ansia e sintomi depressivi in modo dolce ma efficace, per un livello di benessere psico-fisico che consenta di affrontare con più serenità ed energia gli impegni quotidiani.

Read more

Share

Binge Eating Disorder (BED, Disturbo da Alimentazione Incontrollata): cause, sintomi, segni e trattamenti

 

Che cos’è il Binge Eating Disorder (BED)

Il Binge Eating Disorder (BED) o Sindrome da Alimentazione Incontrollata è comunemente noto come una compulsione alimentare che comporta un’iper-alimentazione, ovvero l’ingestione di quantità enormi di cibo. Durante questi episodi di iperalimentazione, vere e proprie abbuffate, i soggetti si sentono incapaci di fermarsi, perdono letteralmente il controllo.

Questi episodi di iperfagia, affinché si possa parlare di Binge eating, devono avvenire con una frequenza media di due volte a settimana e durare da almeno 6 mesi.  abbuffata

Il primo autore a parlare di BED è stato Albert Stunkard, uno psichiatra e ricercatore statunitense che, nel 1959, identificò la Sindrome delle abbuffate notturne (NES, Night Eating Syndrome, già brevemente spiegata in un altro post, vedi qui). In seguito, per identificare un comportamento alimentare con caratteristiche simili alla NES, ma senza l’aspetto legato alle ore notturne, si parlò di Binge Eating Disorder.

Il Binge Eating Disorder colpisce sia uomini che donne: inizialmente normopeso o in sovrappeso, i soggetti con BED iniziano rapidamente a prendere peso e raggiungono situazioni di obesità o di grave obesità. Questa condizione, per motivi sia fisiologici che psicologici, rinforza questo comportamento compulsivo, in un circolo vizioso costituito da perdita di controllo – abbuffate – senso di colpa e disperazione – compensazione con ulteriori abbuffate e così via. Tutto questo porta le persone a sviluppare anche sintomi correlati riconducibili ad emozioni negative, senso di colpa e vergogna, stati ansiosi e depressione. Read more

Share