Chi sono


Psicologa, Psicoterapeuta Specializzanda
ad orientmaento umanistico bioenergetico,
laureata in scienze e tecniche
della ricerca psico-sociale e in
psicologia sperimentale.
Sono iscritta all’Ordine degli Psicologi,
Albo della Toscana, al n. 7679.

 

Psicologa, Psicoterapeuta specializzanda ad orientamento umanistico-bioenergetico. 

Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (DSPS) dell’Università degli Studi di Firenze, sono membro attivo dell’Unità di ricerca interdipartimentale (Dipartimento di Scienze della Salute e Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali) sulle Nuove Patologie Sociali dove porto avanti svariati progetti che ruotano intorno al tema del Disturbo da Gioco d’Azzardo (GAD).

Due parole sul mio orientamento…

Specializzata presso la scuola di psicoterapia Psicoumanitas, con approccio umanistico-bioenergetico, nel quale si fondono, come dice il nome stesso, la psicologia umanistica (Rogers, Maslow, May…), con tutte le sue derivazioni di stampo esistenziale (De Marchi) e l’analisi bioenergetica (Lowen). L’Uomo al centro della visione umanistico-bioenergetica è un individuo proattivo, che tende all’autorealizzazione e che, attraverso i sintomi, esprime un disagio dovuto ad un’incongruenza tra ciò che è e ciò che agisce nel mondo. E nel momento in cui accetto totalmente “ciò che sono” il cambiamento diventa possibile. “Ciò che sono è sufficiente, se solo riesco ad esserlo” afferma Rogers. In questo approccio, l’essere umano è considerato in modo olistico, nella sua interezza, nella sua unità mente-corpo-ambiente inscindibile e imprescindibile, caratterizzato da tre dimensioni tra loro interagenti e sempre compresenti: quella costituita

dalla diade emozioni-psiche, quella relazionale-sociale e quella corporea-biologica (Napoli e Gori, 2012).
In quest’ottica, la psicoterapia costituisce, pertanto, un percorso di crescita che ha come obiettivo l’individuo stesso, la sua integrazione e la sua individuazione, il suo bisogno di libertà, di esprimere se stesso e il desiderio di sentirsi autentico e congruente tra ciò che sente di essere e ciò che agisce. Per un cambiamento profondo, per raggiungere uno stato di benessere psico-fisico, per ricontattare le proprie emozioni e consentirne la giusta espressione, è necessario creare armonia ed equilibrio tra tutte queste dimensioni che costituiscono il nostro vero «essere».

Il disagio, secondo Rogers, nasce dalla discrepanza tra “ciò che sono” e “ciò che agisco nel mondo”.

La bioenergetica di Lowen è sia una teoria, sia un’analisi della personalità e dei blocchi emozionali, che una tecnica terapeutica dalle enormi potenzialità. La bioenergetica consente di ricontattare la vitalità del corpo e di riportare in equilibrio energia ed emozioni tra corpo, mente e psiche, così da sentire la spinta vitale nel profondo, ritrovare la fluidità dei movimenti, ricontattando la gioia di vivere, l’entusiasmo e la forza necessari per inseguire i propri desideri e i propri sogni.

L’approccio esistenziale rende la terapia un momento di crescita, di conoscenza profonda di se stessi, delle proprie risorse, desideri e potenzialità, di ricerca di senso e di significato. Non si sofferma solo sul problema contingente ma fornisce gli strumenti e le consapevolezze necessarie ad affrontare la vita nel suo divenire.

 

Il primo incontro è gratuito! I miei contatti si trovano -> qui.

In ottemperanza a quanto disposto dall’Art. 1 Comma 152 della Legge 124/2017 dichiaro di avere i titoli necessari allo svolgimento della professione di psicologa. In particolare:

Share